Home / News / Eventi / Destinazione Puglia: necessaria una “strategia greenest”

News

14 Giu 2022

Destinazione Puglia: necessaria una “strategia greenest”

Scarica le slide di presentazione.

“Suggestioni” (download qui) è il titolo del contributo di Beppe Giaccardi, da diversi anni nel Comitato Scientifico BTM PUGLIA, una riflessione all’inizio dell’evento con alcuni dati emblematici e  una proposta inedita:

  • La sintesi dei risultati di BTM Lab la survey con 170 operatori del Salento che hanno indicato tre esigenze prioritarie eloquenti: 1° Identità territoriale, 2° Miglioramento del territorio, 3° Partecipazione ai processi decisionali
  • L’emergenza climatica analizzata e misurata, anche per il turismo, dal “Rapporto Cambiamenti climatici, infrastrutture e mobilità” di inizio febbraio del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile che alle pagg. 104-105 indica la priorità di contrastare l’inquinamento da CO2  per ridurre il “pericolo calore” nel Mediterraneo che potrebbe causare danni ingenti a tutto il paese, anche con un forte calo di occupazione e PIL turismo (cfr. su questo stesso sito “Turismo e clima: WARNING! Diamoci da fare”)
  • Il dato di Google di inizio d’anno con l’83% dei “viaggiatori globali che pensano che la sostenibilità sia vitale”
  • Il TarantoManifesto, l’agenda “green & blue destination” con 10 linee-guida per fare del turismo un atto concreto a favore della natura e della pace, elaborato e pubblicato per la prima volta proprio a BTM PUGLIA 2022 l’8 aprile scorso
  • L’immagine satellitare di una Puglia senza alberi insieme con il dato dell’IFNC, praticamente la banca dati dei Carabinieri Forestali, della regione italiana con l’indice di forestazione più basso, appena il 6,5% del territorio, cioè circa 10 volte inferiore alla media delle altre regioni
  • Da queste “Suggestioni”, approfittando di una stagione turistica che si preannuncia positiva, l’idea di una “strategia greenest” per la Puglia che inauguri una vera e propria competizione virtuosa tra le regioni del sud Italia a vantaggio della brand reputation, della soddisfazione della domanda turistica di sostenibilità e della qualità di vita degli stessi residenti (slide 8 e 9 del download).

BTM INTERAZIONI quest’anno è stato un incontro di riflessione con la partecipazione di oltre 150 operatori turistici, il primo a Lecce dopo tanto tempo con una partecipazione così importante.
Durante l’evento, organizzato su tre panel, sono intervenuti tra gli altri:

  • Per “Futuro del turismo”, oltre a Beppe Giaccardi, Martha Friel, Nicoletta Poliotto, Edoardo Colombo del Comitato Scientifico BTM PUGLIA (Rodolfo Baggio è stato impossibilitato per un concomitante impegno accademico all’estero) e Simone Puorto sui metaversi
  • Per “L’Hospitality dopo la pandemia”, gli operatori Raniero Lomartire, Gianluca Matrangolo, Nica Mastronardi di Pugliapromozione e Emanuela Traversa di Federterziario
  • Per “Destination marketing tra promozione e preservazione”, Antonio Vasile presidente di Aeroporti Puglia, Luca Scandale e Alfredo De Liguori rispettivamente direttore generale e marketinkg manager di Pugliapromozione.

Nevio d’Arpa, CEO di BTM PUGLIA, insieme con Mary Rossi, event manager, hanno poi annunciato le date della prossima edizione che si terrà nei primi tre giorni di marzo 2023.

#staytuned

 

 

Emanuela Bussu
#btm #puglia #turismo