Home » News » Report » Gli account regionali del turismo italiano su Twitter: il primo report

Gli account regionali del turismo italiano su Twitter: il primo report

7 novembre 2013, di Lidia Marongiu

Cosa fanno su Twitter per il turismo le regioni italiane?

Dopo le analisi sulle pagine regionali Facebook del turismo italiano abbiamo deciso di monitorare  anche l’uso che le regioni fanno di Twitter per promuovere e raccontare le destinazioni turistiche. 

Il primo report con il quale inauguriamo questa nuova analisi contiene i dati rilevati a ottobre e quelli rilevati a novembre (sempre il primo giorno del mese). Questo perché oltre al valore assoluto dei tre parametri che analizzeremo (tweet-following – follower) è importante vedere il trend di crescita mensile.

Importante notare che su 20 regioni  solo 18 hanno un profilo Twitter. Non hanno ancora iniziato a cinguettare Lazio e Molise mentre per la Val d’Aosta c’è una piccola anomalia: nel mese di ottobre era attivo l’account @Lovevda che però al 1° novembre risulta sospeso forse sostituito dall’account @visitaosta.

[Aggiornamento delle ore 16.24 del 7 novembre: due nostri lettori ci hanno appena segnalato che l’account della Calabria (@turismocalabria) che abbiamo monitorato non è quello ufficiale. C’è invece un altro account @turisCalabria (molto meno attivo) che però sarebbe quello ufficiale: lo monitoreremo dal prossimo report. Grazie Nicola, grazie Giovanni.]

Partiamo quindi con il primo grafico basato sul numero dei tweet.

 

La classifica è guidata dall’Emilia-Romagna che dall’apertura dell’account @turismoER sino ad oggi ha raggiunto la ragguardevole cifra di oltre 27.000 tweet. L’Emilia-Romagna è anche l’unica regione a superare la quota di 20.000 tweet con un media negli ultimi 9 mesi di circa 22,37 tweet al giorno. Segue la regione Marche che con l’account @marcheTourism nel mese di novembre ha superato i 10.000 tweet, obiettivo raggiunto con una media negli ultimi nove mesi di 18 tweet al giorno. Con più di 5000 tweet troviamo in classifica altre cinque regioni: Trentino, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Basilicata e Puglia.

Vediamo ora i dati sui following, cioè le persone seguite dalle regioni.

 

Le Marche è la regione più interessata ad ascoltare su Twitter con quasi 10mila following seguita dalla Puglia che si è messa all’ascolto di quasi 8mila profili Twitter  e dall’Abruzzo che ne segue quasi 4mila. Decisamente meno i following per le altre regioni che sono tutte sotto i 2mila.

E ora veniamo ai follower.

 

Al primo posto ancora Le Marche che guidano la classifica  con oltre 27mila persone  che ne seguono il profilo, dopo averne guadagnati 1200 tra ottobre e novembre (+4,5%). Al secondo posto con 16.562 follower troviamo l’Emilia-Romagna che però ha un distacco di quasi diecimila follower dalla prima posizione.

Al terzo posto della classifica troviamo il Trentino con 8mila follower seguito a poca distanza da Toscana e Puglia. Da segnalare che le regioni che registrano un maggiore incremento percentuale di follower tra ottobre e novembre sono l’Umbria con un +16,60% e la Liguria con un +7,81% che equivale a 208 follower in più nell’arco di un mese.

Per un approfondimento sulle caratteristiche degli account Twitter delle regioni vi rimandiamo alla lettura di questa breve presentazione dove trovate alcune annotazioni sulla grafica e lo stile di presentazione adottato.

 
I profili twitter per il turismo delle regioni italiane from Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione  

 

Aggiornamento al report delle 18.00 del 7 novembre 2013 e correzioni che apportiamo grazie alle segnalazioni arrivate in rete:

– l’account considerato per la Sicilia (@TurismSicily) non è quello ufficiale. Dal prossimo report considereremo l’account @visitSicilyOP (che ad oggi ha 392 tweet – 118 following e 294 follower)

–  l’account ufficiale per la promozione turistica del Piemonte non è @torinopiemonte ma @piemonte_italia: in questo caso l’account passa per numero di tweet dalla posizione 14 alla 8 ma rimane invariata la posizione in classifica per numero di following e follower.

– l’account monitorato della Lombardia non è ufficiale e al momento sembra che non esista.

– della Calabria abbiamo già detto, dal prossimo report verrà monitorato l’account @turisCalabria.

Grazie a tutti per le segnalazioni!

Tags: - -

condividi l'articolo

5 commenti
  1. Barbara

    Scritto il 7 novembre 2013 - 17:51

    Ah, va bene, ma la Toscana ha diversi profili ufficiali su twitter, non solo @visittuscany… come per esempio @aroundtuscany, @tuscanytips, @tuscanytrends @tuscanytunes …

    Da quanto ho capito, hanno preso in considerazione solo VisitTuscany, giusto?

  2. Studio Giaccardi & Associati

    Scritto il 7 novembre 2013 - 19:48

    Grazie Barbara per il tuo commento.
    Sì come hai intuito consideriamo non tutti i profili ufficiali ma quello “principale”: questo per poter avere un parametro valido per tutte le regioni.

  3. Studio Giaccardi & Associati

    Scritto il 7 novembre 2013 - 19:49

    Solo quelli che twittano in italiano e solo uno per regione.
    Grazie mille!

  4. Dario Salvelli

    Scritto il 7 novembre 2013 - 21:01

    Ciao Lidia, volevo segnalarti che il profilo Twitter @InCampania è morto da circa 2 anni, almeno a quanto ne sappia. E’ una storia lunga legata al portale regionale, questo è uno dei post che scrissi: http://dariosalvelli.com/scandalo-campano-incampania-il-portale-del-turismo-in-campania-da-3-milioni-di-euro/

    un saluto!

  5. Studio Giaccardi & Associati

    Scritto il 8 novembre 2013 - 9:31

    Grazie Dario per la segnalazione
    In effetti avevamo visto che l’account non era più aggiornato ma di fatto è attivo (cioè non è sospeso o cancellato), tant’è che ogni tanto si aggiunge pure qualche follower.
    ciao

Lascia un commento

I campi con (*) sono obbligatori.

 
 

Il prodotto enogastronomico tipico come volano turistico di promozione locale

Ultimi articoli pubblicati

Leggi tutto

Le ultime ricerche dello Studio Giaccardi & Associati

Leggi tutto


Iscriviti alla newsletter e segui tutte le novità dello Studio Giaccardi e Associati

Seguici su Facebook