Home » News » Turismo » Non perdere il treno (del PNRR)! Scopri i nuovi vantaggi Green & Blue Intelligence

Non perdere il treno (del PNRR)! Scopri i nuovi vantaggi Green & Blue Intelligence

20 ottobre 2021, di Studio Giaccardi & Associati

green & blue

Abbiamo già scritto che Green & Blue Intelligence è allo stesso tempo:

  • il nuovo format per ricerca dati, analisi, misurazione e trasformazione dei fattori critici di insostenibilità
  • un’intersezione razionale e sensoriale che aiuta le persone a superare preoccupazioni insolite con soluzioni inedite.

Perché e con quali vantaggi concreti?

Perché i fattori critici di insostenibilità sono fatti, strumenti e comportamenti documentabili divenuti inadatti, dannosi e fuorvianti che causano diverse “esternalità negative” anche gravi (insoddisfazione di cittadini e turisti, danni alla salute e all’ambiente, costi più alti, sperpero di risorse, mancato sviluppo, emarginazione, etc.) oltre ad alimentare pregiudizi e resistenze al cambiamento.

Tutto questo succede anche perché manca la possibilità di conoscere e misurare quei fattori critici di insostenibilità che adesso però sono l’ostacolo da affrontare per definire progetti finanziabili con le risorse PNRR.

Mentre i vantaggi concreti ottenibili dall’impiego del format Green & Blue Intelligence sono cinque:

  • ABBATTERE le insostenibilità per tutelare la vita, l’ambiente, le imprese e il lavoro
  • ESSERE CONNESSI BENE come persone, imprese, territori
  • RIGENERARE idee, visioni, relazioni e opportunità
  • RIPARTIRE conoscendo prima direzione giusta e conseguenze possibili
  • DISPORRE di indicatori giusti per controllare i processi e sentirsi più forti e sicuri.

In questo senso diciamo “non perdere il treno” delle opportunità PNRR, cogliendo così l’occasione di migliorare la vita delle persone e la governance di territori e imprese.

Come si ottiene tutto questo? In 10 fondamentali step di lavoro così schematizzabili:

  1. Metrica della domanda di clienti-utenti
  2. Metrica dell’offerta di settore[1] e della safety (policy e protocolli di tutela della salute delle persone)
  3. Delta forbice tra domanda e offerta
  4. Metrica accessibilità e personalizzazione delle informazioni
  5. Valori di segmentazione di offerta e servizi
  6. Metrica dell’ecosistema digitale del settore e della percezione di stakeholder e media
  7. Valori e trend degli investimenti
  8. Tipologia investimenti e calcolo dei ritorni
  9. Delta forbice con buone pratiche europee
  10. Highlights e rank dei fattori critici di insostenibilità.

E cosa “mi porto a casa” da tutto questo lavoro? Diversi supporti e strumenti quasi mai disponibili e tutt’altro che banali quali ad esempio:

  • Analisi degli impatti economici e sociali
  • Metriche e informazioni personalizzate su clienti e utenti
  • Metriche delle reti di relazione
  • Confronto di proxi e buone pratiche
  • Report informativi
  • Cruscotto di controllo di più tipi di informazioni utili (la cosiddetta dahsboard)
  • Supporto strategico per progetti PNRR orientato a clienti e utenti
  • Agenda e cronogramma d’intervento
  • Competenze di ascolto
  • Affiancamento di progetto.

Green & Blue Intelligence, idee, dati, emozioni per nuove opportunità.

#staytuned

Per informazioni e approfondimenti
Daniele Esposito 
d.esposito@giaccardiassociati.it
+39 348 6392821

Emanuela Bussu
e.bussu@giaccardiassociati.it
+39 335 7368153

[1] Ricordiamo che il format Green & Blue Intelligence è operabile in sei macro settori: MOBILITA’ PUBBLICA, TURISMO HOSPOTALITY, TURISMO DESTINATION, INNOVAZIONE SOCIALE, DIGITALE e SISTEMI PRODUTTIVI.

Tags: - - - - - - - - -

condividi l'articolo

Lascia un commento

I campi con (*) sono obbligatori.