Home / Report e progetti di ricerca / Report / “I Magnifici 10” e la gara collaborativa dei principali siti web del turismo italiano

Documenti | “I Magnifici 10” e la gara collaborativa dei principali siti web del turismo italiano

“I Magnifici 10” e la gara collaborativa dei principali siti web del turismo italiano

28 Mar 2022
Emanuela Bussu

Il turismo italiano è dentro a un’ulteriore fase di crisi da pandemia per covid-19 (e altre cause meno recenti) con impatto sempre più marcato a livello culturale, economico e sociale nei confronti di circa 4 milioni di addetti e 500 mila imprese della filiera allargata.

I principali siti/portali turistici pubblici italiani svolgono da tempo – per ragioni normative, esperienza e capacità di spesa – un compito strategico strutturale che, in queste circostanze, può avere anche una capacità anticiclica per contrastare quella crisi.

Alla fine del 2021 li abbiamo studiati sulla base di 14 indicatori analizzando molti dati e policy che trovate pubblicate integralmente nel rapporto di ricerca MyNetwork Italia.

Tutto ciò pensiamo sia utile a valorizzare la principale infrastruttura digitale naturale del turismo italiano, che tale è soprattutto per clienti finali e operatori.

Che cosa abbiamo scoperto?

1° Esiste una “gara collaborativa” tra titolari e gestori di quei 22 siti pubblici (19 siti regionali, 2 siti delle provincie autonome più il rinnovato sito ENIT) perché è inclusiva e perché potrebbe diventare anche uno dei modi per «federare dal basso» l’offerta turistica Italia che è il grande team al quale ci sentiamo tutti di appartenere.

2° Le buone pratiche de “I Magnifici 10” 2021 nella “gara collaborativa” tra quei 22 siti pubblici (cfr. rank e indicatori a pag. 25 del rapporto di ricerca MyNetwork Italia) sono state:

  • Fiducia da Google e stabilità di posizionamento nei risultati di ricerca
  • Valore economico del traffico generato
  • Volume di keyword di indicizzazione del dominio
  • Velocità di caricamento di immagini e testi
  • Tempo breve di caricamento delle pagine
  • Rapidità di risposta alle interazioni dell’utente
  • Accessibilità per soggetti fragili
  • Stabilità visuale del sito
  • Immagini di dimensioni adeguate (mobile)
  • Presenza ampia e segmentata di lingue straniere
  • Alto numero di follower nei social
  • Buon livello di engagement rispetto al numero di follower nei social
  • Frequenza di pubblicazione di contenuti
  • Policy di safety e sostenibilità chiare, complete, segmentate e rivolte direttamente al cliente-turista
  • Informazioni ampie, verificabili e aggiornate
  • Contenuti evocativi
  • Coordinamento e partecipazione.

3° I più attenti a proporre, informare e comunicare safety anti covid per i propri clienti sono stati i siti/portali di:

  • Trentino
  • ENIT
  • Veneto
  • Toscana
  • Alto Adige.

4° I più abili nell’organizzare, proporre e comunicare un’offerta di sostenibilità sono stati infine i siti/portali di:

  • Lombardia
  • Trentino
  • Alto Adige
  • Veneto
  • Piemonte

La complicata combinazione che va dalla pandemia all’accentuarsi dell’emergenza climatica sta causando come noto una profonda modificazione delle sensibilità e delle motivazioni di viaggio e vacanza, mentre allo stesso tempo sta generando cambiamenti altrettanto importanti nell’offerta privata come nella promozione e organizzazione pubblica.

Entrare nel merito di questa complessa trasformazione, studiarla nei modi e nelle scelte attuate dai responsabili dei principali siti pubblici, divulgare i risultati di analisi e favorire così emulazione e innovazione, ci è sembrato un gesto intelligente per concludere un anno per tutti difficile ma soprattutto per augurare un buon inizio per un anno nuovo più sereno, proficuo e divertente.

Scarica qui il rapporto di ricerca MyNetwork Italia e facci sapere che ne pensi.

Grazie.

#staytuned

 

My Network Italia – I magnifici 10 from Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione