Home » News » Enter 2017, la conferenza internazionale su turismo e digitale per la prima volta in Italia.

Enter 2017, la conferenza internazionale su turismo e digitale per la prima volta in Italia.

19 gennaio 2017, di Studio Giaccardi & Associati

Si terrà a Roma la nuova edizione di  Enter2017 la conferenza internazionale su turismo e tecnologia. L’evento che da più di vent’anni è realizzato da IFITT, (International Federation for Information Technology and Travel and Tourism) e curato dalla Simposia s.r.l, si svolgerà nella sede dell’Università Roma Tre, dal 24 al 27 gennaio 2016 .

Una kermesse con oltre 400 relatori  provenienti dal mondo accademico, industriale e istituzionale, un programma ricco di incontri e dibattiti per condividere le opportunità  di sviluppo che le nuove tecnologie digitali offrono al settore turistico.

l’Italian Day, un’intera giornata dedicata al tema del turismo culturale in Italia, parte di Enter2017, si terrà il 27 gennaio, offrendo al pubblico di operatori turistici, istituzioni e accademici, occasioni di confronto su degli asset più importanti per lo sviluppo del turismo nel Belpaese. La componente culturale del nostro Paese esercita una grande spinta motivazionale al viaggio. In termini percentuali, sul totale degli arrivi, quelli per turismo culturale rappresentano: l’80% dei turisti da USA, Spagna e Portogallo; l’85% dei giapponesi; il 52% degli svizzeri e dei francesi; il 60% dei turisti dei Paesi Bassi; il 40% dei belgi e lussemburghesi; il 60% degli scandinavi; il 70% degli indiani. (FONTE ENIT 2014)

(Se vuoi iscriverti all’Italian day clicca qui )

L’evento è stato curato nei minimi dettagli dal comitato scientifico presieduto dalla presidente Marinella Rocca Longo (Professore Ordinario dell’Università di Roma Tre) e da Lidia Marongiu (consulente di marketing turistico) che nel ruolo di vicepresidente della conferenza dell’Italian Day ha contribuito a definire  il programma della giornata finalizzato a capire come nell’ambito del turismo culturale sia possibile aumentare la competitività della destinazione Italia con la tecnologia e la cultura digitale.

Il programma  dell’Italian Day è suddiviso in panel con titoli e focus differenti.

Si comincia la mattina del 27 gennaio alle 9:30 con il primo panel “CULTURA, MUSEI E TECNOLOGIA”. Sul tema interverranno Eleonora Lorenzini che presenterà l’ultima ricerca sul turismo digitale realizzata dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, Michele Lanza che presenterà un case study sulle “strategie e strumenti per favorire l’engagement del Muse di Trento, Roberta Guglielmetti dell’Università Roma Tre e altri in un dibattito curato e moderato dalla presidente Marinella Rocca Longo.

Il marketing territoriale negli ultimi anni si è fortemente evoluto e deve tenere conto di tutti i fattori che concorrono a creare la reputazione di una destinazione. Grazie alla tecnologia web e al diffondersi dei social media si è consolidato il concetto che il brand di un territorio è il frutto non di un processo di comunicazione top down ma della somma di ciò che le persone percepiscono, dicono e commentano.  Si apre così la seconda sessione dell’Italian Day dal titolo: “DESTINATION MANAGEMENT E PLACE BRANDING”, in cui si alterneranno Luisa Mich dell’Università di Trento che interverrà sulle “Sfide della destinazione digitale”, presentazioni di casi di studio innovativi come l’Italic People di Giuseppe Giaccardi ceo di Studio Giaccardi e Associati,  ma anche proposte e prodotti sul turismo e il neo turismo, come testimonia l’esperienza di Caorle Alex Cornfeind.

E ancora STORYTELLING E CROSS-MEDIALITA’, argomenti entrati a pieno titolo nelle strategie di promozione delle destinazioni turistiche e delle strutture ricettive e BIG DATA E OPEN DATA MANAGEMENT: rispettivamente terza e quarta sessione della giornata.

In apertura della terza sessione alle 14.00  assieme al grande giornalista e divulgatore scientifico Piero Angela scopriremo le case romane di Palazzo Valentini splendido tassello del patrimonio storico artistico di Roma che arricchisce l’area archeologica delle Domus Romane. A seguire Alessandra Conforti regista di Rai Storia interverrà sullo storytelling e su come la narrazione diffusa, top down o bottom-up, può contribuire a creare un vantaggio competitivo e uno specifico posizionamento.

Le nuove sorgenti di dati generate dalla interazione con la tecnologia, focus della quarta sessione che avrà inizio alle 16.00, rappresentano una rivoluzione che può avere effetti importanti ai fini dei sistemi informativi intelligenti per le decisioni di promozione, sviluppo e organizzazione delle destinazioni turistiche. Di questo parleranno Rodolfo Baggio dell’Università Bocconi di Milano che partendo da ricerche e best practices cercare di mostrare come gestire, usare e rendere accessibili i big data e gli open data per prendere decisioni sul turismo. Ancora sul tema interverranno alle 17.00 Mara Frascarelli e Valentina Benigni  che presenteranno un’analisi sulle strutture e le strategie conversazionali e l’influenza del linguaggio sul sentiment analysis nel settore turistico.

Le conclusioni dell’ evento saranno a cura di di Emilio Casalini giornalista e autore dei libri “Fondata sulla bellezza. Identità, visione, ricchezza. Italia” e “Rifondata sulla bellezza. Viaggi, racconti e visioni alla ricerca dell’identità celata” e di Lidia Marongiu.

Per conoscere tutti gli incontri dell’Italian day visita il sito 

Tags: - - -

condividi l'articolo

Lascia un commento

I campi con (*) sono obbligatori.