Home » News » WEF ascolta la voce delle imprese: inizia oggi un’indagine su 1.000 aziende della Romagna

WEF ascolta la voce delle imprese: inizia oggi un’indagine su 1.000 aziende della Romagna

30 settembre 2013, di Studio Giaccardi & Associati

Inizia oggi una straordinaria azione di ascolto nei confronti delle aziende della Romagna: un’indagine rivolta a un campione di 1.000 imprese statisticamente rappresentative delle 111 mila attive nelle provincie di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini.

Questa ricerca di campo fa parte del progetto Web Economy Forum: ideato e coordinato dallo Studio Giaccardi & Associati, è realizzato in collaborazione con il Gruppo24Ore e con il patrocinio, tra gli altri, della Regione Emilia Romagna e delle Camere di Commercio di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini. (Vi avevamo già presentato WEF in occasione delle giornate di anteprima, in questo post).

Lo scopo dell’indagine è mettere insieme le esperienze d’impresa e le opportunità offerte dal web per tornare a crescere, ascoltando direttamente dalla voce degli imprenditori:

  • quali sono le misure adottate per far fronte alla crisi;
  • come le imprese lavorano sul web, per quali scopi, con quali risultati, di che cosa hanno bisogno per fare meglio e sviluppare nuovo business e nuove relazioni;
  • quali nuovi prodotti, servizi o competenze servono per crescere.

Chi meglio degli imprenditori conosce i prodotti, le tecniche, i clienti, i fornitori, i sistemi di lavoro e di relazione che servono per rimettere in moto l’economia del nostro territorio? Ecco perchè è fondamentale mettersi in ascolto e fare tesoro delle loro opinioni ed esperienze: si tratta di un patrimonio (per ora) intangibile ma che se attentamente ascoltato, raccolto, analizzato e valorizzato, potrà generare indicazioni strategiche e operative preziose, a disposizione delle istituzioni, delle organizzazioni di categoria, delle stesse imprese.

Senz’altro si tratta di un’operazione complessa. D’altra parte l’intero progetto WEF qualche mese fa sulle pagine del Sole 24 Ore fa venne definito “ciclopico”. Ma questo è un motivo in più per crederci e dare ciascuno il suo contributo. Mai come ora le imprese della Romagna devono puntare a diventare protagoniste della web economy: lavorando insieme sul web si può riuscire ad uscire dalla crisi, e a rimettere in moto gli scambi commerciali e l’innovazione.

 

condividi l'articolo

Lascia un commento

I campi con (*) sono obbligatori.