Home » Capitale umano » Ricerche » Europae generis. Nuovo Diritto del lavoro

Europae generis. Nuovo Diritto del lavoro

 

Anno: 2007

Titolo: Europae Generis, Nuovo Diritto del Lavoro

Cliente: Fondazione Mirror per l’Impresa della Conoscenza,
Avezzano (AQ)

 

Obiettivi

– Promuovere un dibattito intorno al Green Paper della Commissione Europea sul Nuovo Diritto del Lavoro in Europa
– Creare un clima favorevole a nuovi investimenti per lo sviluppo
– Sostenere la competitività territoriale e di sistema
– Partecipare al confronto europeo promosso dalla Commissione Europea sul Green Paper e sul tema della flexsecurity

Il confronto ha coinvolto la stessa Commissione Europea, la Corte di Giustizia Europea del Lussemburgo, la Regione Abruzzo, Confindustria e Sindacati regionali e tre della maggiori aziende industriali Fiat-Sevel, Honda Industriale, Micron Italia insieme con Silver Car in rappresentanza del tessuto delle PMI locali.

 

Metodologia

– Analisi di desk sul mercato del lavoro in Italia e il confronto con l’Europa 
– Analisi di desk sulla Giurisprudenza del lavoro in Italia: cause in materia di lavoro, assistenza e previdenza
– Guida alla comprensione di Europae Generis con:  

  1. le tappe principali per un nuovo diritto del lavoro in Europa;
  2. il libro Verde “Modernizzare il diritto del lavoro per rispondere alle sfide del XXI secolo”;
  3. le politiche per il lavoro negli stati europei;
  4. il diritto del lavoro in Italia, quadro normativo;
  5. glossario sul nuovo diritto del lavoro europeo. 

– Convegno nazionale in partnership con Regione Abruzzo, CGIL, CISL e UIL, Confindustria, Fiat Group, Honda, Micron, Silver Car.

 

Download

Analisi di desk sul mercato del lavoro in Italia e il confronto con l’Europa
Analisi di desk sulla Giurisprudenza del lavoro in Italia: cause in materia di lavoro, assistenza e previdenza
Guida alla comprensione di Europae Generis
I partner di Europae Generis

 

Per saperne di più contattaci.

Tags: - -

condividi l'articolo

Lascia un commento

I campi con (*) sono obbligatori.